Torno sull’argomento perché penso sarebbe ugualmente valido, e necessario, anche un altro approccio: un libro scritto da uno storico, un libro semplice, pacato, esaustivo ma non torrenziale, ben documentato, che presenti questi ultimi vent’anni come un monito, un avviso, una cautionary tale direbbero gli inglesi.

Il fallimento della democrazia
Il caso Italia

E parlare così, a mente fredda e lucida, di come la democrazia possa essere aggirata e infine sconfitta senza che nessuno se ne accorga, solo con un po’ di arroganza, controllo sui media, deculturalizzazione di massa.