~ Archivio del 24 ottobre 2010 ~

Citofonare Don Armando ore pasti

Sergio Turone nel suo Storia del sindacato in Italia scrive che “poiché quasi tutte le maggiori aziende praticavano una politica delle assunzioni intesa a selezionare il più possibile preventivamente il personale, sulla base delle opinioni politiche, i parroci assunsero un ruolo primario – di filtro e di garanzia – nel collocamento.”

L’effettivo ruolo dei parroci è stato documentato tra le altre dalla rivista Nuovi Argomenti del giugno 1958 con l’articolo ‘Inchiesta alla Fiat’ dove si pubblicava il testo – ” suasivamente ricattatorio” per dirla con Turone – di un volantino diffuso qualche tempo prima da una parrocchia di Torino.

Non sveliamo nessun segreto, lo sanno tutti. Quando cercate un lavoro, un impiego in una ditta seria, c’è sempre chi viene a cercare notizie da noi sul vostro conto. Se siete iscritti sui nostri elenchi, se frequentate e partecipate alla nostra vita, diremo (e quante ne abbiamo dette!) una parola incoraggiante. Altrimenti … ‘non lo conosciamo’. Pensateci. L’iscrizione consiste in questo: i genitori presentano il loro ragazzo, lo iscrivono, fanno un’offerta per l’oratorio e ricevono un tesserino impegnandosi come sopra. Rivolgersi a Don Armando nelle ore di oratorio.

FIAT voluntas tua.

Censurami ‘sto flauto

19 Ott. – Misterioso censore copre con la bandana le nudità del dio Pan. La grande statua in marmo, alta due metri, esposta alla mostra Antiquari nella Roma Rinascimentale, è stata parzialmente rivestita già quattro volte. E’ mistero su chi sia a nascondere le sue nudità ogni volta, se un genitore, un antiquario o un semplice visitatore un po’ bigotto.
adnkronos

Macché, è invidia.

Dio Pan censurato
Complessi freudiani